26-29 settembre 2018, Bucarest: assemblea generale dell’EUR

L’unione europea dei cancellieri e Rechtspfleger si è riunita a Bucarest per tenere la sua assemblea generale annuale.

L’avvenimento, organizzato in partnership col Parlamento rumeno, ha esordito con una conferenza di alto livello su “Il ruolo dei cancellieri e Rechtspfleger nella partnership per il rafforzamento dello stato di diritto nell’interesse del cittadino in Europa.”

Il segretario di stato alla Giustizia, il segretario di stato agli Affari europei, la Commissione europea per l’efficacia della giustizia e più di un centinaio di altre autorità civili e giudiziarie di Romania e della Moldavia hanno discusso del ruolo centrale del personale non giudice nei sistemi giudiziari europei e particolarmente in Romania.

Il presidente dell’EUR, Vivien Whyte, ha pronunciato un discorso in cui ha sottolineato l’importanza della fiducia del pubblico nei
sistemi giudiziari tenuto conto della situazione politica attuale in Europa. Il personale non giudice è un elemento essenziale di questa fiducia per il suo ruolo di autenticazione e del suo ruolo unico in quanto interfaccia tra i cittadini ed i loro tribunali. Liberandosi da questi compiti, proteggono lo stato di diritto e la democrazia. Le competenze come specialista dei Rechtspfleger, la loro formazione avanzata e la loro indipendenza costituiscono una carta vincente maggiore per ogni sistema giudiziario. Tutti i paesi che hanno introdotto questa professione hanno allargato progressivamente i loro campi di competenza, al punto che trattano talvolta l’80% degli affari.

In Romania, le regole che reggono la professione di cancelliere sono in corso di revisione.
Il segretario di stato alla Giustizia ha dichiarato che i cancellieri sono la chiave del successo delle riforme e che l’evoluzione del loro statuto è uno degi “obiettivi permanenti” del ministero. Alla vigilia della presidenza rumena del Consiglio dell’unione europea, il
segretario di stato agli Affari europei ha parlato del progetto europeo e dei principi su cui si basa, ivi compreso la giustizia. Ogni visione dell’avvenire deve essere costruita su questi principi e deve essere mirata ad aumentare la fiducia del pubblico grazie alle riforme che hanno un impatto sulla loro vita quotidiana. Ha riconosciuto a questo riguardo il ruolo essenziale dei cancellieri della Corte.

La Sig.ra Ivana Borzova, rappresentante della Commissione europea per l’efficacia della giustizia, ha ricordato al pubblico che 16 Stati membri del Consiglio d’Europa hanno scelto di adottare il Rechtspfleger o un modello similare. La diversità dei loro compiti aumenta e hanno un ruolo importante da giocare per esempio nella mediazione.

M. Alexandru Gheorghies, membro del Consiglio superiore della magistratura e presidente della corte d’appello di Balti, ha presentato lo statuto dei cancellieri nella Repubblica della Moldavia, dove lavorano in squadra coi giudici e degli assistenti giuridici. Il rapporto attuale è di un cancelliere e di un assistente giuridico per giudice.

I rappresentanti dei tribunali rumeni hanno insistito sul fatto che le loro giurisdizioni soffrono di un grave sotto-effettivo e che sarebbe necessario sviluppare dei nuovi mezzi per misurare il loro carico di lavoro. Hanno espresso l’augurio di vedere le proposte dell’EUR su un Rechtspfleger / Cancelliere per l’ Europa attuato.

Il direttore della scuola nazionale dei cancellieri della Romania ha dichiarato che delle proposte sono in esame per il trasferimento di una parte del lavoro di motivazione dai giudici ai cancellieri. Questa proposta è attualmente all’attenzione del ministro della Giustizia . Il direttore ha insistito non solo sulla necessità di modificare la legislazione, ma anche di aumentare in modo conseguente il reclutamento.

M. Victor Alistar, membro del Consiglio superiore del magistratura rumeno, ha insistito sul fatto che i cancellieri non sono personale ausiliario, importa poco ciò che dice la legge.
Secondo lui, sono degli specialisti altamente qualificati che occupano una posizione prestigiosa.

La necessità di un lavoro di squadra e di partnership con altri paesi europei è stata affermata, come la necessità di migliorare le condizioni di lavoro nei tribunali.

I partecipanti hanno convenuto sul ruolo cruciale dei cancellieri e del rispetto che dovrebbero ricevere. A loro è dispiaciuto che il personale non giudice non sia menzionato nei documenti strategici dell’unione europea come la tavola di controllo europeo sulla giustizia.

In occasione della parte statutaria della manifestazione, le delegazioni d’Europa, dell’Asia e dell’Africa hanno presentato la loro
attività e hanno potuto paragonare l’evoluzione delle loro professioni a quella dei loro omologhi. Il Consiglio ha presentato anche le attività ricche e varie che ha condotto durante l’ultimo anno.

Maria Zafirova (Bulgaria) & Roufa Bouchoucha (Tunisia)

In questa occasione, l’EUR ha accolto due nuove organizzazioni membro: l’associazione dell’amministrazione giudiziaria in Bulgaria, membro a pieno titolo, e l’associazione dei cancellieri dei tribunali tunisini / Rechtspfleger, membro socio.

Il Presidente e tutti i colleghi vogliono ringraziare l’organizzazione rumena CSN Meridian per l’organizzazione di questo avvenimento e per la sua ospitalità calorosa e generosa.

All’anno prossimo a Lisbona!