Archivi tag: fe publica judicial

32° jornadas de la fe publica judicial, Cordova, 8 giugno 2018,

Il 8 giugno, il presidente Vivien Whyte ha assistito alla Jornadas de la fe publica judicial organizzata ogni anno dall’organizzazione membro spagnola Ilustre Collegio Nacional de Letrados de la Administración de Justicia a Cordova.

Questo avvenimento ha avuto luogo mentre il nuovo ministro spagnolo della Giustizia giurava a Madrid in seguito al recente cambiamento di governo e due settimane dopo l’inizio delle manifestazioni nazionali dei Letrados.

Più di 300 Letrados di tutta la Spagna erano presenti per discutere dello stato attuale della giustizia e delle loro prospettive professionali. Avevano invitato tre membri del Parlamento, portavoce per i loro rispettivi partiti, alla Commissione delle leggi del Congresso dei députati .Tutti loro hanno presentato la loro visione della giustizia e dei Letrados prima di dibattere col pubblico. Il portavoce del ministero della Giustizia, lei stessa una Letrada, ed anche i capi di parecchi tribunali erano presenti.

Nei tribunali di prima istanza, i Letrados sono responsabili di tutto ciò che non costituisce una decisione sul merito. Stimano che sono responsabili dell’ 80% degli affari portati davanti ai giudici ed ai magistrati. Di conseguenza, quando il numero di giudici aumenta, anche il loro carico di lavoro aumenta. Chiedono dunque che le misure siano prese nei campi dell’organizzazione, della tecnologia e delle risorse. Per esempio, l’ufficio giudiziario, un’organizzazione amministrativa coi servizi comuni diretti dai Letrados, potrebbe essere esteso all’insieme del paese adesso. La digitalizzazione potrebbe essere migliorata e dei migliori sistemi di gestione degli affari dovrebbero

essere messi in opera per aumentare l’efficacia e produrre dati statistici affidabili. Poiché i Letrados sono adesso incaricati di informare le vittime di infrazioni, bisogna anche dar loro i mezzi materiali per adempiere a questo dovere.

È interessante notare che un Letrado reclutato di recente percepisce una remunerazione di 1400 €. Il sistema giudiziario beneficerebbe sicuramente da un aumento degli stipendi che corrispondono alle vaste responsabilità dei Letrados.

Prendendo la parola in occasione della cerimonia di chiusura, Vivien Whyte ha rinnovato il sostegno totale dell’EUR ai Letrados spagnoli. La Spagna ha scelto di affidare agli alti funzionari non-giudice la responsabilità di prendere delle decisioni indipendenti in numerosi affari giudiziari. Il suo sistema giuridico è più che mai un modello di qualità e di efficacia. Per capitalizzare queste riforme essenziali, devono essere messi a disposizione i mezzi necessari.

Vivien Whyte tiene a ringraziare i colleghi spagnoli per la loro accoglienza calorosa e la loro generosa ospitalità.