14 – 15 marzo 2019, Strasburgo: Gruppo di lavoro della CEPEJ sulla qualità

In occasione di questa riunione, il gruppo ha esaminato le misure che permettono la messa in opera effettiva dei principi della “Carta etica europea dell’utilizzazione dell’intelligenza artificiale nei sistemi giudiziali nazionali ed il loro sviluppo ” (https://rm.coe.int/charte-etique-fr-per-pubblicazione-4-dicembre-2018/16808f699b). Ha lavorato anche su una serie di misure per rafforzare la messa in opera delle Linee direttrici sulla condotta del cambiamento verso la cybergiustizia.  

Peraltro, il Gruppo di lavoro si è soffermato sulla finalizzazione delle linee direttrici sulla divisione delle conoscenze tra i giudici che dovrebbero essere adottati in occasione della riunione plenaria della CEPEJ nel giugno 2019. Su questo argomento l’EUR ha fatto valere che i cancellieri e Rechtspfleger portano una cooperazione attiva al fianco dei giudici, nella loro missione di aiuto alla decisione o le loro attribuzioni giurisdizionali.  

Tra le nuove domande su cui il gruppo di lavoro augura soffermarsi figureranno particolarmente la video-conferenza, il linguaggio dei tribunali, il posto degli imputati nello svolgimento del processo.  

L’EUR era rappresentata da Jean-Jacques Kuster.