4-7 aprile 2019, Anadia, Portugal : congresso del sindacato portoghese SFJ

Vivien Whyte ha partecipato al congresso dell’organizzazione membro portoghese Sindicato dos Funcionários Judiciais (SFJ) il 4 e 5 aprile 2019, alla presenza della segretaria di stato alla giustizia, del sindaco della città, e dei rappresentanti del presidente e procuratore generale della Corte suprema. Oltre numerosi funzionari portoghesi, partecipavano all’avvenimento dei rappresentanti di parecchie altre organizzazioni sindacali.

Nel suo discorso in occasione della cerimonia di apertura, il presidente dell’EUR è ritornato sul movimento sociale condotto dai colleghi portoghesi da parecchi mesi per ottenere un migliore statuto, una pensione decente, la ricomposizione delle carriere e la realizzazione delle promozioni. Ha rinnovato loro il sostegno dei cancellieri e Rechtspfleger d’Europa in questa battaglia giusta e necessaria. Ha ricordato che i funzionari giudiziari, garanti della forma, erano anche garanti della libertà e che i politici che decidono hanno il dovere di riconoscere il loro ruolo essenziale nel funzionamento del sistema giudiziario.

Tutti gli intervenuti hanno insistito sul ruolo del cancelliere e l’importanza del lavoro di squadra. Ma il discorso più interessante è stato probabilmente quello della segretaria di stato alla giustizia che ha affermato che era importante che i cancellieri ricevano delle nuove competenze giurisdizionali, particolarmente per risolvere le difficoltà di funzionamento dei tribunali. Ella ha specificato che i suoi esperti avevano studiato la richiesta nel dettaglio e che non c’era ostacolo tecnico al trasferimento di compiti dal giudice verso il cancelliere. Stima che lo statuto dei cancellieri è chiamato ad evolversi in questa direzione, con un diploma universitario come condizione di reclutamento. Tuttavia, ha constatato l’assenza attualmente di volontà politica per finanziare una tale riforma. Ha presentato le sue scuse per l’insuccesso dei negoziati e ha espresso i suoi voti per un’evoluzione dopo le prossime elezioni legislative.

Il congresso ha denunciato “la cattiva voglia con la quale il governo aveva organizzato il processo di negoziato in vista della revisione dello statuto dei cancellieri, finendo in particolare alla sua chiusura unilaterale a mo’ di rappresaglia al combattimento leale (riconosciuto per tutti, in particolare per gli interlocutori giudiziari) che i lavoratori hanno cominciato nel 2018 e che è culminato con la sessione plenaria nazionale che ha avuto luogo all’apertura ufficiale dell’anno giudiziario “Ha deciso” di rispondere in modo adeguato ed efficace a (questa) posizione del gouverno” con le azioni che saranno definite dalla segreteria.

Il presidente Whyte saluta il lavoro notevole effettuato dal Sig. Fernando Jorge, presidente del SFJ, durante il suo mandato che arriva al suo termine alla fine dell’anno. Pilastro dell’azione sindacale in Portogallo da numerosi anni, ha portato anche la battaglia per i diritti dei funzionari a livello europeo dando un sostegno indefettibile all’EUR che ne è riconoscente.


M. Fernando Jorge, président du SFJ.

Vivien Whyte ringrazia il SFJ per la sua accoglienza molto calorosa e la sua grande ospitalità. Si rallegra che l’EUR possa portare di nuovo prossimamente il suo sostegno ai colleghi portoghesi in occasione dell’organizzazione del suo proprio congresso che si svolgerà a Lisbona dal 27 novembre al 1 dicembre 2019.

Vivien Whyte