3 giugno 2019, Strasburgo: appuntamento col rappresentante permanente della Francia presso il Consiglio dell’Europa

La Francia esercita attualmente la presidenza a turno del Comitato dei ministri del Consiglio d’Europa ed augura “di apportare delle risposte alle nuove sfide poste ai diritti dell’uomo ed allo stato di diritto “, in particolare migliorando il funzionamento della giustizia.

Il 3 giugno, Vivien Whyte e Jean-Jacques Kuster hanno incontrato M. Jean-Baptiste Mattei, ambasciatore, rappresentante permanente della Francia presso il Consiglio d’Europa nella sede della delegazione francese a Strasburgo per presentargli le proposte dell’EUR. I nostri rappresentanti hanno consegnato a M. Mattei un esemplare del Libro bianco per un Greffier/Rechtspfleger per l’Europa e gli hanno spiegato il ruolo essenziale dei Rechtspfleger ed altro personale no-giudice nel funzionamento dei sistemi giudiziari e dunque nella preservazione dello stato di diritto in Europa.

In questo contesto, l’aggiornamento della Raccomandazione R(86)12 del Comitato dei ministri del Consiglio dell’Europa è stato affrontato, l’EUR invita la Francia a fare propria questa opportunità per rivedere questo strumento particolarmente utile agli Stati membri nella parte in cui propone delle misure concrete per ridurre il sovraccarico di lavoro dei tribunali, particolarmente operando dei trasferimenti di compiti dal giudice verso altre professioni come il Rechtspfleger. M. Mattei ha constatato con noi che l’elenco dei compiti trasferibili che figurano acclusi nella Raccomandazione è ad oggi superato e ha preso nota delle nostre proposte.