13-14 giugno 2019, Strasbourg : 32 riunione plenaria del CEPEJ

La Commissione europea per l’efficacia della giustizia (CEPEJ) ha tenuto la sua 32 riunione plenaria il 13 e 14 giugno2019.Ramin Gurbanov ( A zerbaigian) la presiedeva.

Durante questa riunione, uno scambio di vedute tra i presidenti della Corte europea dei diritti dell’uomo, M., Sicilianos, i suoi colleghi giudici ed i membri della CEPEJ hanno messo l’accento sulle interazioni possibili tra la Corte e la CEPEJ sugli indicatori potendo servire a valutare l’efficacia e la qualità della giustizia.

I presidenti dei differenti gruppi di lavoro della CEPEJ, Valutazione-Qualità-Mediazione- Saturn, hanno presentato le loro attività ed i lavori effettuati di cui la CEPEJ ha preso nota.

La CEPEJ ha adottato il ” Manuale europeo per lo sviluppo delle legislazioni nazionali in materia di mediazione “, le “linee direttrici sulla concezione ed il seguito dei programmi di formazione dei mediatori” ed il “le misure per la messa in opera delle linee direttrici sulla cybergiustizia” (consultare su https://www.coe.int/en/web/cepej/).
Un punto è stato effettuato sui differenti programmi di cooperazione del Consiglio dell’Europa per l’Albania, il Kosovo, l’Azerbaigian, la Slovacchia, Malta, la Spagna, la Tunisia, l’Egitto ai quali l’EUR, per certo, ha portato il suo contributo,. Dei nuovi programmi sono previsti in Repubblica di Moldova, Georgia, Lettonia ed in Slovacchia.

L’EUR ha formulato le sue osservazioni lamentando che l’aggiornamento della Raccomandazione R (86)12 del Comitato dei ministri non sia stato ritenuto come precedenza per il Comitato europeo di cooperazione giuridica del Consiglio dell’Europa (CDCJ) come augurato dalla CEPEJ in seguito ad un’iniziativa dell’EUR.

L’EUR ha augurato a Stéphane Leyenberger, Segretario Esecutivo della CEPEJ, pieno successo nelle sue nuove funzioni al GRECO (Gruppo di stati contro la corruzione del Consiglio dell’Europa) e l’ha ringraziato per l’attenzione ed il sostegno portato all’EUR ed alle nostre professioni durante i 15 anni che ha trascorso alla CEPEJ.

L’EUR era rappresentato da Vivien Whyte, presidente, e Jean-Jacques Kuster, rappresentante presso il Consiglio dell’Europa.

Al centro, di sinistra a destra, M.Sicilianos, presidente della Corte europea dei diritti dell’uomo, M., Gurbanov, presidente della CEPEJ, circondato dai presidenti dei gruppi di lavoro della CEPEJ.