Archivi categoria: Belgio

Consegna del Libro bianco al ministero belga della Giustizia

Il 20 marzo 2017, Vivien Whyte è stato ricevuto dal Sig. Karel Tobback, direttore aggiunto del gabinetto del ministro federale belga della giustizia, incaricato dell’informatizzazione e dell’ammodernamento della giustizia.

Vivien Whyte gli ha consegnato il Libro bianco insistendo sui vantaggi delle proposte che contiene nel contesto attuale e sul fatto che il cancelliere belga può servire da esempio e deve vedere dunque il suo statuto garantito.

Vivien Whyte ha chiesto anche il sostegno del Belgio nella riuscita di questo progetto a livello europeo, particolarmente spronando la commissione europea ed il consiglio d’Europa a promuovere il Rechtspfleger e le professioni assimilate. Il Sig. Tobakk si è congratulato con l’EUR per il suo lavoro e ha sostenuto che il Libro bianco cade al momento giusto considerando il processo attuale di ammodernamento della giustizia in corso in Belgio.

BRUXELLES, 21-22/01/2016, Commissione europea, riunione annuale della Rete Giudiziaria europea in materia civile e commerciale

La rete giudiziaria europea (RJE) in materia civile e commerciale ha tenuto la sua riunione annuale il 21 e 22 gennaio 2016 a Bruxelles.

Jean-Jacques KUSTER, rappresentava l’E.U.R.. La nostra unione aveva chiesto di partecipare alla rete nella misura in cui le nostre professioni non sono rappresentate.

Difatti si tratta di una struttura agile, non burocratica che funziona in modo informale e mira a semplificare ed a rinforzare la cooperazione giudiziaria tra gli Stati membri, per aiutare i cittadini e le imprese che sono parti in un litigio transfrontaliere. Costituisce un appoggio alle autorità centrali nazionali creato per gli strumenti del diritto dell’Unione e facilita la stabilizzazione di contatti tra differenti giurisdizioni, grazie ad una rete di punti di contatto nazionali. Il RJE-civile è stato istituito dal Consiglio, nella sua decisione (décision 2001/470/CE) del 28 maggio 2001, e ha cominciato a funzionare il 1 dicembre 2002. La decisione n° (décision n° 568/2009/CE) del Parlamento europeo e del Consiglio del 18 giugno 2009 ha completato la sua base giuridica modernizzandola ed integrando le professioni giuridiche nella rete. Ne è risultato delle migliori condizioni di funzionamento per la rete ed un ruolo rafforzato per i punti di contatto. Uno dei principali risultati dell’ammodernamento del quadro giuridico del RJE-civile è l’accesso concesso recentemente alle professioni giuridiche (avvocati, notai ed ufficiali giudiziari) alle attività della rete. Concretamente, questa interazione professionale aumentata, migliora lo scambio di esperienze pratiche e di notizie relative all’applicazione effettiva quotidiana del diritto dell’unione europea e degli strumenti internazionali.

L’ordine del giorno ha permesso di affrontare 4 grandi temi:

  • la politica in materia civile: sviluppi recenti
  • il lavoro della Rete Giudiziaria europea
  • gli strumenti di lavoro chiave per gestire i dossiers tra zone di confine
  • la cooperazione con le altre reti.

L’EUR ha comunicato al segretario della rete, il Signor Stephan MATYK, che era pronta a portare il suo contributo sugli argomenti che riguardavano la nostra professione.

Il RJE pubblica anche delle guide pratiche sugli strumenti europei che possono essere consultati sul suo sito internet:

https://e-justice.europa.eu/content_ejn_in_civil_and_commercial_matters-21-it.do?init=true