Archivi tag: CEPEJ

Strasburgo, 14-15 Marzo 2018: l’EUR partecipa al gruppo di lavoro della CEPEJ sulla qualità della giustizia

Il gruppo di lavoro della Commissione europea per l’efficacia della Giustizia (CEPEJ) sulla qualità della giustizia ha tenuto la sua 23° riunione a Strasburgo il 14 e 15 marzo 2018. I seguenti punti sono stati discussi in particolare: Continua la lettura di Strasburgo, 14-15 Marzo 2018: l’EUR partecipa al gruppo di lavoro della CEPEJ sulla qualità della giustizia

16 nov., Strasburgo, Francia: riunione del gruppo di lavoro della CEPEJ sulla mediazione

La mediazione giudiziaria è una delle competenze proprie che possono essere affidate al Rechtspfleger/Greffier per l’Europa (RGpE) secondo i principi posti dal Libro bianco pubblicato dalla nostra Unione nel settembre 2016. Il RGpE dispone di tutte le garanzie di formazione e di indipendenza per prendere in carica questi affari e alleggerire difatti il giudice di una parte conseguente della sua attività. In certi Stati le cui le organizzazioni professionali hanno aderito all’EUR, il personale no-giudice è incaricato di funzioni di mediazione (Spagna, Ungheria).
La mediazione, quando finisce, partecipa allo snellimento dei tribunali. L’argomento interessa dunque anche la Commissione europea per l’efficacia della giustizia del Consiglio dell’Europa (CEPEJ) che ha riattivato nell’ultimo anno il suo gruppo di lavoro sull’argomento). L’EUR spera che il mandato di questo gruppo, inizialmente della durata di un anno, sia rinnovato per uno o due anni supplementari. Continua la lettura di 16 nov., Strasburgo, Francia: riunione del gruppo di lavoro della CEPEJ sulla mediazione

14 novembre, Tirana, Albania: partecipazione dell’EUR al progetto SEJ2

L’EUR è stata invitata dalla CEPEJ a presentare il Libro bianco per un Rechtspfleger/Greffier per l’Europa alle dieci giurisdizioni albanesi che partecipano al progetto SEJ 2. Questo progetto, cofinanziato dall’unione europea ed il Consiglio d’Europa mira a rinforzare l’efficacia e la qualità della giustizia in Albania. Esso segue un primo progetto sviluppato su delle raccomandazioni che sono state utilizzate dalle autorità albanesi nell’elaborazione di un nuovo quadro legislativo relativo al funzionamento della giustizia. Il seminario del 14 novembre fa seguito a questa serie di riforme ed aveva come scopo di studiare i rispettivi scopi, attuali e futuri, delle differenti professioni. Partecipano a questo progetto, in quanto periti della CEPEJ, anche i Sigg.. Marco Fabri, ricercatore italiano e Jon Jonsen, professore di diritto norvegese. Continua la lettura di 14 novembre, Tirana, Albania: partecipazione dell’EUR al progetto SEJ2

19-20 ottobre 2017, Strasburgo, Francia: riunione del gruppo di lavoro della CEPEJ sulla qualità della giustizia

Il gruppo di lavoro sulla qualità della giustizia della Commissione europea per l’efficacia della giustizia (CEPEJ) si è riunito il 19 e 20 ottobre 2017 al Consiglio dall’Europa a Strasburgo. Jean-Jacques KUSTER rappresentava l’E.U.R.

L’obiettivo principale della riunione era di definire dei nuovi argomenti di lavoro concreto. I seguenti orientamenti sono stati trattati in particolare: Continua la lettura di 19-20 ottobre 2017, Strasburgo, Francia: riunione del gruppo di lavoro della CEPEJ sulla qualità della giustizia

23-24 maggio 2017, riunione del gruppo di lavoro sulla mediazione della CEPEJ, Consiglio d’Europa, Strasburgo

Il 23 e 24 maggio 2017, dopo la sua interruzione, il gruppo di lavoro del CEPEJ sulla mediazione, CEPEJ – GT – MED) si è riunito per la prima volta dal suo nuovo mandato, sotto la presidenza di M., RimantasSimantis, avvocato lituano.

Rimantas Simantis e Vivien Whyte

Continua la lettura di 23-24 maggio 2017, riunione del gruppo di lavoro sulla mediazione della CEPEJ, Consiglio d’Europa, Strasburgo

3-5 maggio 2017, 32 riunione del gruppo di lavoro sulla valutazione della CEPEJ, Consiglio d’Europa, Strasburgo

Il gruppo di lavoro della CEPEJ incaricato della valutazione dei sistemi giudiziari europei ha tenuto dal 3 al 5 maggio 2017 una riunione destinata a finalizzare il processo di raccolta dei dati necessari alla redazione del prossimo rapporto biennale.

 

 

 

 

 

 

Continua la lettura di 3-5 maggio 2017, 32 riunione del gruppo di lavoro sulla valutazione della CEPEJ, Consiglio d’Europa, Strasburgo

Consegna del Libro bianco al direttore generale dei diritti dell’uomo

Philippe Boillat / Vivien Whyte

L’EUR. è stata ricevuta il 21 marzo 2017 dal Signor Philippe Boillat, direttore generale della direzione “Diritti dell’uomo e Stato di Diritto” del Consiglio d’Europa.

Il Libro bianco per un Rechtspfleger/Greffier per l’Europa è stato presentato ed è stato consegnato al direttore generale ed ai suoi collaboratori presenti in occasione della riunione, la Signora Hanne Juncher, capo del servizio della cooperazione giuridica e giudiziaria ed il Signor Simon Tonelli, capo della divisione della cooperazione giuridica.

L’EUR ha ricordato anche il parere della CEPEJ che mira a proporre al comitato europeo di cooperazione giuridica (CDCJ) un aggiornamento della raccomandazione R(86)12 del comitato dei ministri che mira a prevenire e ridurre il sovraccarico di lavoro dei tribunali. Il CDCJ ha intenzione in effetti di intraprendere un’attività sul ruolo dei greffiers/Rechtspfleger nel regolamento degli affari portati davanti ai tribunali.

La presidenza del CDCJ che ha, nel suo programma di attività 2018-2019, delle precedenze già definite, augura di procedere innanzitutto ad uno stato dell’arte della professione negli stati membri tenuto conto della diversità in Europa delle funzioni dei greffier/Rechtspfleger e delle culture giudiziarie. Il direttore generale ha augurato che questa attività possa essere velocemente realizzata. La proposta dell’E.U.R. di apportare la sua collaborazione e la sua professionalità a questa attività è stata recepita.

Vivien WHYTE e Jean-Jacques KUSTER rappresentavano l’E.U.R.

Consegna del Libro bianco alla Commissione europea

Il 20 marzo 2017, Vivien Whyte è stato ricevuto dalla Sig.ra Niovi Ringou, collaboratrice del capo dell’unità ” politiche della giustizia e stato di diritto ” alla direzione generale della giustizia della commissione europea. Durante questo colloquio, Vivien Whyte ha presentato alla commissione il contesto ed il contenuto del Libro bianco e ha risposto a numerose domande sui professionisti no-giudici in Europa.

Vivien Whyte ha sottolineato l’interesse per l’unione europea ed i suoi Stati membri di realizzare le misure raccomandate dalla nostra organizzazione nel contesto economico, politico e sociale attuale. La commissione, se non è competente per regolamentare le professioni giudiziarie degli Stati membro, può raccomandare effettivamente delle riforme nel campo della giustizia. È per esempio ciò che fa ogni anno in occasione della pubblicazione della tabella di controllo sui sistemi giudiziari europei. Questa tabella di controllo utilizza i dati della commissione europea per l’efficacia della giustizia (CEPEJ) che possiede anche dei dati sul personale non giudice ed i Rechtspfleger in particolare. Vivien Whyte ha chiesto dunque che il personale non giudice e il Rechtspfleger figurino in questa tabella di controllo.

da destra a sinistra : Vivien Whyte, Niovi Ringou e la sua squadra

2-3 marzo 2017, riunione del gruppo di lavoro SATURN della CEPEJ a Strasburgo

Michel CRAMET ha assistito alla riunione del gruppo di lavoro SATURN della CEPEJ il 2 e 3 marzo 2017.

Molti argomenti sono stati dibattuti relativamente all’aggiornamento delle linee direttrici SATURN sulla gestione dei tempi giudiziari. Gli strumenti di pilotaggio sviluppati dalla CEPEJ sono oggi realizzati con l’apporto di periti individuati dai differenti gruppi di lavoro tra cui quelli di SATURN. Sono preposti a spronare i tribunali ad analizzare i loro termini delle procedure per migliorarli e rispondere così alla giurisprudenza della Corte europea dei Diritti dell’uomo in merito al criterio del termine ragionevole.

Le riflessioni di questa seduta di lavoro hanno generato la redazione di un manuale per la realizzazione dei mezzi della CEPEJ, la revisione delle linee direttrici per la gestione del tempo giudiziario. Sono stati richiamati anche i lavori in corso sull’analisi dell’evoluzione dei criteri giurisprudenziali del termine ragionevole al CEDH. Alcune informazioni sono state comunicate al gruppo di lavoro sui programmi di cooperazione in corso col Marocco, la Tunisia, la Giordania, l’Albania, il Kossovo, l’Azerbaigian, la Moldavia e per il futuro con la Lettonia e la Slovacchia.

9-10 febbraio 2017, riunione del gruppo di lavoro della CEPEJ sulla qualità della giustizia al Consiglio d’Europa a Strasburgo

Il gruppo di lavoro della commissione europea per l’efficacia della giustizia (CEPEJ) si è riunito il 9 e 10 febbraio a Strasburgo. Ha esaminato imetodidi comunicazione dei tribunali con i media ed il pubblico e la comunicazione effettiva dei tribunali particolarmente nelle situazioni di crisi.

Ha sentito a questo proposito la Sig.ra Merethe Eckhardt, direttrice in seno al servizio danese incaricata dell’amministrazione dei tribunali ed il Sg. François Molins, procuratore della Repubblica presso la corte d’appello di Parigi.

Il gruppo qualità lavora su questo tema e particolarmente sui mezzi di comunicazione dei servizi giudiziari col pubblico.

La condivisione delle conoscenze in seno al potere giudiziario, a partire da un’esposizione della Sig.ra Sandra Taal, ricercatrice, ha permesso di aprire delle piste per un nuovo tema di lavoro del gruppo.

Jean-Jacques Kuster rappresentava l’E.U.R.

Di sinistra a destra: Yannick Meneceur, amministratore alla CEPEJ e Francesco Molins, procuratore della Repubblica di Parigi