Archivi tag: Consiglio d’Europa

26 aprile 2019, Consiglio d’Europa, Strasburgo : seguito e fine delle discussioni sull’ aggiornamento della Raccomandazione R(86)12

Il 16 settembre 1986, il Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa ha adottato la Raccomandazione R(86)12 su certe misure che mirano a prevenire ed a ridurre il carico di lavoro eccessivo dei tribunali. Questo strumento menzionava il Rechtspfleger tedesco ed austriaco come una buona pratica e proponeva un elenco di compiti non giudiziari da cui i giudici potevano essere liberati. Grazie a questo strumento, la situazione è migliorata.

Tuttavia, i sistemi giudiziari si sono evoluti, i metodi di lavoro sono cambiati, la situazione economica e politica si è deteriorata.

Continua la lettura di 26 aprile 2019, Consiglio d’Europa, Strasburgo : seguito e fine delle discussioni sull’ aggiornamento della Raccomandazione R(86)12

3 – 4 aprile 2019, Consiglio d’Europa, Strasburgo: riunione del gruppo SATURN della Commissione europea per l’efficacia della giustizia (CEPEJ)

Il Gruppo di Pilotaggio del Centro SATURN per la gestione del tempo giudiziario si è riunito a Strasburgo il 3 e 4 aprile 2019.

Parecchie questioni sono state dibattute in occasione di questa riunione in vista della preparazione di documenti da sottoporre all’assemblea plenaria:
• la guida per la messa in opera dei termini giudiziari europei,
• la ponderazione degli affari nei tribunali europei,
• l’elaborazione di linee direttrici per un modello di schema di controllo per la gestione dei tribunali,
• la gestione delle regole di tempi giudiziari per gli affari penali negli articoli 5 e 6 della Convenzione europea dei Diritti dell’uomo,
• il ruolo delle parti e degli esperti per prevenire i ritardi nelle procedure giudiziarie.

Continua la lettura di 3 – 4 aprile 2019, Consiglio d’Europa, Strasburgo: riunione del gruppo SATURN della Commissione europea per l’efficacia della giustizia (CEPEJ)

27 febbraio 2019, Strasburgo – Consiglio d’Europa: Giornata mondiale delle organizzazioni non governative

Una conferenza – dibattito si è tenuto al Consiglio d ‘Europa in occasione della Giornata mondiale delle organizzazioni non governative (internazionali).
Anna RURKA, Presidente della Conferenza delle ONG, ha aperto questa conferenza, incentrata sul “contributo di ONG(I) al lavoro e al mandato del Consiglio d’Europa”.
Entrambi i rappresentanti del Comitato dei Ministri che il Consiglio d’Europa Segreteria ha sottolineato il ruolo cruciale delle ONGI, in rappresentanza della società civile, che forniscono l’assistenza essenziale per il lavoro e la missione del Consiglio d’Europa.
Diversi oratori di ONG(I) al Consiglio d’Europa hanno illustrato questo lavoro, che a volte è stato fatto a costo di grandi difficoltà o persino di rappresaglie nel loro paese.
Le osservazioni e dei suggerimenti avanzati nel corso del dibattito saranno trasmessi al comitato dei ministri per una conferenza che si terrà a Varsavia il 27 marzo 2019. Aveva già fatto una raccomandazione sulla necessità di rafforzare la tutela e la promozione della spazio dedicato alla società civile in Europa (CM / Rec (2018) 11).
Troverete al seguente link un breve intervento dell’onorevole Rurka in questo giorno : short statement.

L’EUR era rappresentato da Jean-Jacques Kuster.

3 – 4 dicembre 2018, Consiglio d’Europa, Strasburgo: 31° riunione plenaria della CEPEJ

La riunione era presieduta da Georg STAWA (Austria), presidente della CEPEJ che finiva il suo mandato di quattro anni. La CEPEJ lo ringrazia per la sua azione decisiva nello sviluppo della commissione e per conferirgli un ruolo di motore nel dibattito sul funzionamento dei sistemi giudiziari in Europa ed oltre.

L’anno 2018 è stato particolarmente denso per la CEPEJ alla luce dei testi adottati e della pubblicazione nell’ottobre 2018 del rapporto su “I sistemi giudiziari europei – Edizione 2018” che ha avuto ampia eco eco sia tra i poteri pubblici che tra i professionisti della giustizia. I preparativi dell’edizione 2020 sono già in corso.

Durante questa riunione, parecchi documenti preparati dai gruppi di lavoro della CEPEJ sono stati adottati:

  • il Codice di deontologia europea sull’utilizzazione dell’intelligenza artificiale nei sistemi giudiziari ed il loro ambiente naturale che fornisce per la prima volta in Europa un quadro di principi destinati a guidare coloro che decidono, gli avvocati ed i professionisti della giustizia nella gestione dello sviluppo veloce dell’intelligenza artificiale a livello nazionale nelle procedure giudiziarie, 
  • la guida della comunicazione giudiziaria col pubblico ed i media,
  • le linee direttrici riviste per la gestione del tempo giudiziario,
  • l’analisi dei termini giudiziari (aggiornato) negli Stati membri del Consiglio d’Europa,
  • la griglia di riferimento per gli indicatori di prestazione di mediazione, statistiche di base della mediazione, ed il codice di condotta europea per i prescrittori di mediazione, così come i modelli di formulari di mediazione che completano l’insieme dei mezzi per lo sviluppo della mediazione.

I testi adottati possono essere consultati sul sito internet del CEPEJ : https://www.coe.int/en/web/cepej.

Durante questa riunione, due richieste hanno interessato particolarmente l’EUR.

In seguito alla richiesta dell’EUR di aggiornare la Raccomandazione del Consiglio dell’Europa n ° R (86) 12 su certe misure che mirano a prevenire e a ridurre il carico di lavoro dei tribunali, la CEPEJ ha deciso di trasmettere al Comitato europeo di cooperazione giuridica (CDCJ) del Consiglio d’Europa, il riassunto preparato dall’EUR sui compiti trasferiti dal giudice ai cancellieri dei tribunali / cancellieri o ad altre professioni.

La CEPEJ ha espresso l’augurio che il CDCJ possa intraprendere la revisione della raccomandazione per migliorare l’efficacia e la qualità della giustizia il più presto possibile.

Inoltre, la CEPEJ è stata informata che il Comitato consultivo di giudici europei (CCJE) ha intenzione di preparare nel 2019 un parere sull’argomento dei cancellieri ed assistenti di giustizia e sulle loro relazioni con i giudici e preparerà un rapporto su questo argomento per l’adozione nella sua 20° riunione (novembre 2019). L’EUR, particolarmente interessata per questi lavori, offrirà la sua perizia per i lavori proposti.

Il nuovo Consiglio della CEPEJ eletto durante questa riunione è composto da: Ramin Gurbanov (Azerbaigian), presidente, da Ivana Borzova (Repubblica ceca), vicepresidente, Francesco Depasquale (Malta) e Laetitia Brunin, (Francia), membri del consiglio.

Jean-Jacques Kuster rappresentava l’EUR.

15 – 16 novembre 2018, Consiglio d’Europa, Strasburgo: Gruppo di lavoro della CEPEJ sulla mediazione

Il 4 ° incontro del CEPEJ-GT-MED dalla sua riattivazione all’inizio del 2017 si è svolto a Strasburgo il 15-16 novembre 2018.

Dopo aver valutato l’uso delle sue linee guida 2007 sulla mediazione negli Stati membri, il GT-MED ha deciso nel 2017 di sviluppare una serie di strumenti per integrare le linee guida, compilate sotto forma di strumenti per lo sviluppo della mediazione. Questa prima versione del toolkit è stata adottata dalla plenaria del CEPEJ nel giugno 2018 (http://rm.coe.int/box-tools-for-the-development-of-mediation-make-up-thee/16808c3f53).

È stato progettato per essere direttamente utilizzabile dagli stati membri che desiderano migliorare l’uso e la qualità della mediazione, ma è anche destinato ai fornitori di servizi di mediazione e ai professionisti della giustizia.

Durante la riunione, i membri di GT-MED hanno continuato a sviluppare nuovi strumenti per integrare dinamicamente gli strumenti esistenti, in vista della loro adozione da parte della sessione plenaria del CEPEJ nel giugno 2019.

L’EUR è stato rappresentato da Jean-Jacques KUSTER.

Sessione estiva della Conferenza delle OING, Consiglio d’Europa, Strasburgo, 29 giugno 2018

Il presidente Vivien Whyte ha rappresentato l’EUR in occasione della sessione estiva della Conferenza delle organizzazioni internazionali non governative del Consiglio d’Europa il 29 giugno 2018.

La seduta di apertura ha affrontato due questioni molto importanti per l’EUR e le ONG in Europa: restituire la fiducia della popolazione nelle istituzioni pubbliche ed prevenire le restrizioni inappropriate alle attività delle ONG in Europa. Continua la lettura di Sessione estiva della Conferenza delle OING, Consiglio d’Europa, Strasburgo, 29 giugno 2018

Riunione plenaria e 15° anniversario della Commissione europea per l’efficacia della giustizia, Consiglio d’Europa, Strasburgo, 27-29 giugno 2018

La creazione della CEPEJ il 18 settembre 2002, sono più di 15 anni, ha dimostrato la volontà del Consiglio d’Europa di promuovere l’Europa del diritto ed il rispetto dei diritti fondamentali in Europa, sulla base della Convenzione europea dei diritti dell’uomo. Da 15 anni, le attività della CEPEJ consistono nell’assistere gli Stati membri per migliorare i loro sistemi giudiziari aumentando in particolare l’efficacia e la qualità, e garantendo la loro conformità alle norme del Consiglio d’Europa. È composta da gruppi di lavoro sulla valutazione dei sistemi giudiziari, la qualità della giustizia, la mediazione, la gestione dei termini giudiziari, di una rete di corrispondenti nazionali, di tribunali referenti, di esperti e di osservatori.

In occasione di questo anniversario ha pubblicato un puscolo per rimarcare i 15 anni del suo contributo al miglioramento dei sistemi giudiziari: https://rm.coe.int/prems-083118-bil-2013-15ecompleanno-cepej-web/16808b5ee4.

L’EUR ha ottenuto, fin dalla creazione della CEPEJ, lo statuto di osservatore presso questa commissione, cosa che gli permette di portare lì il punto di vista ed il contributo dei cancellieri, Rechtspfleger e professioni similari intervenendo nella catena della giustizia, al fianco degli altri attori (giudici, procuratori, avvocati, mediatori, ufficiali giudiziari, periti giudiziari, notai).

Aperta dalla Signora Gabriella Battaini-Dragoni, segretario generale aggiunto del Consiglio d’Europa, la riunione ha esordito con una sessione di studi sull’intelligenza artificiale ed i sistemi giudiziari. Gli intervenuti (professori universitari, filosofi, ricercatori e giudici) hanno presentato questa questione sotto l’aspetto del sostegno che l’intelligenza artificiale può portare alla giustizia pur garantendo il rispetto dei diritti fondamentali garantiti dalla convenzione europea dei diritti dell’uomo. Il gruppo di lavoro della CEPEJ sulla qualità della giustizia. La CEPEJ continuerà a condurre dei lavori su questa importante problematica. Gli interventi possono essere consultati sul sito internet del CEPEJ: http://www.coe.int/fr/web/cepej/justice-of-tè-futuro-predictive-giustizia-andartificial-intelligenza

Un punto è stato fatto anche :

  • sui lavori del gruppo di pilotaggio del Centro SATURN nel campo della ponderatezza degli affari per preparare un quadro di controllo per la gestione dei tribunali, per gestire i termini di giustizia negli affari penali e concernente il ruolo delle parti e dei praticanti nella prevenzione dei ritardi nelle procedure,
  • sui lavori in seno al gruppo di lavoro qualità concernente l’intelligenza artificiale e la giustizia, su un sistema di gestione degli affari riguardanti i bisogni degli utenti, sulla comunicazione dei tribunali e l’elaborazione di un contenitore per la realizzazione delle linee direttrici per la rotta del cambiamento verso la cyber giustizia.

E’ stato adottato il contenitore elaborato dal gruppo di lavoro” mediazione” per migliorare la stessa.

Il punto essenziale della riunione mirava ad adottare il rapporto “Sistemi Giudiziari europei, efficacia e qualità della giustizia-Edizione 2018” che sarà pubblicata il 4 ottobre 2018. Il capitolo 3 sul personale goiudiziario consterà di una parte sul “personale non giudice” (cancellieri, Rechtspfleger e professioni similari) L’EUR ha fatto valere le sue osservazioni in merito al loro ruolo in seno ai sistemi giudiziari europei. Saranno integrate al rapporto.

L’EUR era rappresentata da Vivien Whyte e Jean-Jacques Kuster.

CEPEJ, Gruppo Di Lavoro Sulla Mediazione, 24-25 Maggio 2018, Consiglio D’europa, Strasburgo

Il gruppo di lavoro della CEPEJ sulla mediazione è stato creato nel 2006 per promuovere e sostenere la realizzazione delle raccomandazioni del Comitato dei ministri del Consiglio dell’Europa relativa alla mediazione. I suoi lavori hanno permesso al Consiglio d’Europa di pubblicare nel 2007 parecchie linee direttrici per una migliore realizzazione delle raccomandazioni esistenti.

Il bisogno di mediazione si è sviluppato durante l’anno e nel 2017 è apparso necessario completare queste linee direttrici per l’uso pratico che permettono agli Stati di realizzare e sviluppare il ricorso alla mediazione. L’EUR è stata ammessa in quanto osservatore in questo gruppo di lavoro all’epoca della sua riattivazione. Continua la lettura di CEPEJ, Gruppo Di Lavoro Sulla Mediazione, 24-25 Maggio 2018, Consiglio D’europa, Strasburgo

CEPEJ, Gruppo Di Lavoro Valutazione, 15-17 Maggio 2018, Consiglio D’europa, Strasburgo

Lo statuto della CEPEJ mette l’accento sul paragone dei sistemi giudiziari e sullo scambio di conoscenze relative al loro funzionamento. La portata di questo paragone supera l’efficacia nel senso stretto del termine, poiché si interessa in modo particolare alla qualità ed all’efficacia della giustizia.

Per compiere questi compiti, la CEPEJ ha intrapreso in particolare un processo regolare di valutazione dei sistemi giudiziari degli Stati membri del Consiglio d’Europa. Continua la lettura di CEPEJ, Gruppo Di Lavoro Valutazione, 15-17 Maggio 2018, Consiglio D’europa, Strasburgo

Strasburgo, 23-27 gennaio 2017, sessione invernale degli OING presso il Consiglio d’Europa

Del 23 al 27 gennaio 2017 le organizzazioni internazionali non governative (OING) che hanno statuto participativo presso il Consiglio d’Europa, hanno tenuto la loro sessione invernale. Continua la lettura di Strasburgo, 23-27 gennaio 2017, sessione invernale degli OING presso il Consiglio d’Europa