17-18 ottobre 2018, Tirana, Albania: rinforzare la qualità e l’efficacia della giustizia

Inseguendo il progetto SEJ II, il presidente Vivien Whyte ed il dottor Marco Fabri hanno animato un seminario coi presidenti di tribunale, dei cancellieri, dei segretari giuridici e dei consiglieri giuridici per presentare le conclusioni e le raccomandazioni del rapporto redatto alla fine della loro visita a Tirana nel novembre 2017.

Il sistema giudiziario albanese generato dalle riforme del 2016 ha affidato la gestione dei tribunali ai cancellieri, il sostegno giuridico che è appannaggio dei consiglieri giuridici (Alta Corte) e degli assistenti giudiziari (Corte d’Appello). Il sostegno procedurale è assicurato dai segretari giudiziari. Le riforme hanno soppresso i consiglieri giuridici dei tribunali di prima istanza e ridotto il rapporto di personale non giudice per giudice. Simultaneamente, gli stipendi dei cancellieri sono
diminuiti mentre le loro responsabilità sono aumentate. Il sistema giudiziario funziona al rallentatore a causa di ritardi importanti nel processo di approvazione del Parlamento al quale devono attualmente sottoporsisi tutti gli alti dirigenti, giudici e cancellieri. A causa di questi ritardi, attualmente né il Consiglio superiore della magistratura né la Corte costituzionale funzionano.

Il rapporto emetterà un certo numero di raccomandazioni che riguardano tutte le categorie di personale, ivi compreso l ‘attuazione delle misure raccomandate dal Libro bianco su
un Rechtspfleger per l’Europa. Per esempio, tutte le parti interessate, ivi compresi i giudici, sostengono il trasferimento della firma indipendente degli ordini di esecuzione ai consiglieri giuridici.

Dopo il seminario, gli esperti hanno avuto dei colloqui bilaterali con diverse parti interessate: la scuola albanese della magistratura, l’OSCE, il progetto di assistenza
tecnica finanziata dall’UE ” EURALIUS “, e l’ONG americano “East West Management Institute” che approvano un progetto dell’USAID in Albania. Vivien Whyte ha presentato il
Libro bianco per un Rechtspfleger/Greffier per l’Europa a ciascuna di queste autorità e ha preso nota dei loro commenti sul rapporto SEJ II.

Vivien Whyte ha incontrato poi il Sindacato dei cancellieri, un’organizzazione recentemente creata che rappresenta i direttori di cancelleria albanesi che ha manifestato il suo interesse per l’attività dell’EUR e considera di fare domanda di adesione.